La preda

storyofaphotographer

C’era un silenzio lì, ve lo assicuro, per niente inquietante. Quello che c’era di inquietante invece erano le movenze che da lì a poco avrebbero preso vita, ma sfido chiunque a gestire i silenzi e non cadere nelle trappole della notte. Pensavo che il fatto di essere sola o in compagnia non avrebbe comunque fatto differenza, così mi buttai nel fiume. Potrebbe sembrare strano, ma quando la solitudine incontra il buio non c’è niente di più intimo. E sfido chiunque a spogliarsi completamente davanti alla luna piena e non pensare all’intimità. Sfido la follia, oggi, adesso, e i significati che essa assume tra una fase lunare e l’altra. Poi eccolo lì, davanti a me, immobile.
Non ho paura – gli dico – non ho paura di te, ma lui fissa impaziente ogni goccia d’acqua che mi scorre sul corpo, e la mia carnagione fa di me la vittima perfetta. Continuo a chiedermi cosa ho da dargli e non sento altro che carne. La carne, dammi la carne. Il fruscio delle foglie inesperte, il fiume abbastanza testardo, io abbastanza fiera da non guardare i suoi occhi blu. Forse non abbastanza fiera. Eppure io non sentivo ululare, no, vedevo solo i branchi più uniti che mai. Bruciava la legna e bruciava il mio corpo, e la sua mano ruvida e nera mi toccò il viso. Ero decisa nel lasciarmi sbranare ma sapevo che non l’avrebbe fatto. Niente più delle aspettative tradite scompiglia la mente di un essere umano. Sentivo il suo respiro sul collo, poi mi sentivo trascinare sui duri sassi bianchi, pochi erano lisci e poche le volte in cui si fermava. Una forza inspiegabile, una rabbia poco meno. Si sentiva distratto, mi sentivo l’antidoto, ma lui non ci pensava nemmeno a tornare umano. Quindi vite che non si intrecciano abbastanza e crollano, tribù di nome e guerra di fatto. Così mi buttai nel fiume, lasciandomi alle spalle il ruggito di una fantasia distrutta. Eravamo attratti dalle stesse cose io e lui, il fiume, la luna piena, e un’altra cosa ancora ci legava, la caccia.

Annunci

5 pensieri su “La preda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...