Effetto farfalla

DSC_0206_1_1.jpg

Siamo sulle onde di un tempo ormai perduto mentre dolce è l’attesa del dolore. Avrei dovuto capirlo, avrei dovuto farti venire in mente cose, le cose che tu a memoria conosci e non te ne vorresti mai liberare. Quel rosa intenso delle mie labbra che spesso ti hanno maledetto l’anima e le tenebre avrei raggiunto se non mi fossi fermata in tempo ad annientarti. Il modo in cui sopravvivo sospesa tra la razionalità fin troppo presto pragmata e l’amore con cui una donna inquina l’ambiente. E’ sempre fin troppo facile deviare, sporcarsi di sangue i pensieri, inciampare tra le cosce di una puttana ubriaca di sogni infranti e piaceri a metà. L’eleganza invece con cui si fa spazio la mia coscienza è tutt’altro modo di piacere alle divinità. E non c’è un dio a governarci, ci siamo noi con la nostra rabbia a scrivere testi sacri da far rispettare alle generazioni future. Quello che governa noi invece, forte come un battito tachicardico, è la natura del nostro essere e non possiamo fare niente se non diventare ciò che siamo. E ora comprendo, arrivando spudoratamente in ritardo, che il fascino del caos sta nella ricerca di un’armonia la cui mancanza è fin troppo sofferta. Mai effimera come l’idea dell’amore che le persone hanno divulgato, mai impossibile come i limiti mentali con cui tutti affannosamente ci si dipingono i neuroni. Sono arrivata in ritardo e se non fossi arrivata in ritardo non avrei mai gustato l’essenza della mia vera persona, saltando gli ostacoli delle interazioni ed entrando in un vortice di azioni e reazioni all’unica verità possibile, fredda e carnale. La mia domanda è dove,  dove sarei potuta essere se. Chissà con chi saresti tu a pensare ai secondi incipriati di se e di ma, ai tuoi rimpianti che dici di non avere e ai miei che mi hanno consumato le arterie, snellendo il mio intimo desiderio di pace. Qualcuno, qualcuno da qualche parte ha segnato il mio destino, mentre ci ha fatto una polaroid aspettando che cambiassi la vita di qualcun altro a mia volta. Ingiusto e illecito è il ruolo che abbiamo nelle sequenze delle disperate richieste di piacere qui sulla terra. E atomi e atomi sono stati distrutti per crearne di altri. E la pelle e il tempo ben correlati in mutazione. E potrei, vorrei, dovrei dirti e darti tanto di me, ma hanno scatenato un tornado dentro il mio essere donna, e tu sei solo vittima di un’onda che con la violenza non ha niente a che vedere. Se ti avessi torturato il cuore, allora forse ti saresti innamorato di me, ma io non nutro il mio ego a colpi di frusta e niente vinco se ti entro nello stomaco. E tu, tu con quella fronte perennemente corrugata, e quelle mani che sottomettono il mio collo, i miei fianchi, la mia bocca, che cosa avresti fatto di me se fossi stato sano di mente? Individui lenti e avidi dall’altra parte del mare hanno rubato l’essenza della tua natura, e ora la metamorfosi sta avendo fine nel mio ventre e sento, sento che basta una minuscola particella d’aria a disintegrare mio erotico e pacifico eden.

“Si dice che il minimo battito d’ali di una farfalla sia in grado di provocare un uragano dall’altra parte del mondo.” 

Annunci

8 pensieri su “Effetto farfalla

  1. In questi giorni pensavo alle favole che ci leggono da bambine, le favole sulle principesse bisognose di salvezza di forti eroi, di salvatori. Ebbene, forse la prima idea effimera ce la inculcano così. Questa è una cosa pessima. Per questo meglio leggere altri tipi di favole più moderne adesso ai figli.

    Liked by 1 persona

      1. Qualcosa scritto più di recente e che rispecchi il mondo moderno. Qualcosa che non provenga da Disney e nemmeno dai fratelli Grimm, insomma qualcosa che non includa principesse e principi 🙂

        Mi piace

      2. Del moderno c’è anche qualche cosa che non mi piace, per quello volevo capire cosa esattamente intendessi tu. A me il “moderno” ha anche insegnato che l’amore è per i deboli, eppure anche questo pensiero è un bel problema. Non saper/poter amare è grave esattamente quanto amare troppo. Io non mi schiero, sia chiaro, dimmi tu

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...