Tramonto abusivo

dsc_0341.jpg

Quello che mi stimolava veramente era altro. Io parlavo di ispirazioni astratte e quelle legate alle ferite fin troppo evidenti anche di notte. Di notte ti posso nascondere tutto tranne le ferite. Mi dicevano che in questo modo avrei sentito il vero sapore della vita. E io sentivo solo il sapore del sangue. Dovevo far due conti probabilmente.

Invece poi apri la porta e dici che le cose sono cambiate. La chiudi e c’è una persona dall’altra parte. Chiudiamo così tante porte che non c’è bisogno di forzare le serrature. Lo facciamo così tante volte che è diventata un’abitudine malata. I paraocchi ci faranno perdere tantissime belle occasioni, di quelle senza conservanti aggiunti. Vorrei tanto rimanere un essere umano non un automa.

Sembra che pregare Dio non serva, e invece pregare le persone è umiliante. Loro non ti ascoltano proprio e tu ci parli a due metri di distanza. Non capisco perché ci si arrende così. Abbiamo un istinto di sopravvivenza che ci impedisce di morire. Ci sono emozioni che battono i sentimenti più comuni, ci sono risate a letto e unghie sulla pelle che non lasciano cicatrici. Ci sono tramonti abusivi di notte.

Quello che mi stimolava comunque era altro. La cromoterapia in una notte piena di luci e quel giallo dominante che sembrava quasi giorno. Il sesso senza amore, e amare quel corpo che ti fa così tanto bene. Le cose che veramente ci solcano sono abusive, il bene e il male, la terza guerra mondiale interiore e l’antidoto che arriva sempre. E la notte che arriva sempre. E io che ogni volta non vedo l’ora.

Annunci

19 pensieri su “Tramonto abusivo

  1. Bhe, hai messo molto nel post: una foto stupenda e uno scritto (che solo alla fine riesco ricondurre alla foto). Difficile per me dire, quali tra i due mi abbia colpito di più. Dipende cosa voglio cercare o trovare.
    Perché una foto, ti permette di ricavarne un pensiero proprio, tuo personale.
    Ma con lo scritto hai saputo ricondurmi a essa. Chapeau!

    Esiste il tramonto abusivo? Purtroppo sì. Solo col tempo ti accorgi che non fa poi così male 🙂

    Mi piace

    1. Ho messo molto nel post, sì. Vedi, io in realtà non descrivo le foto, le commento. Esattamente come lo fate voi lettori. Qualcuno direbbe che influenzo il “significato” della foto, ma sono loro che influenzano me.
      Grazie del commento, mi ha fatto piacere leggerti. Buona giornata.

      Mi piace

  2. Ciao!
    Volevo farvi i complimenti per il vostro post.
    La foto è molto suggestiva ed il pezzo è , indubbiamente, d’impatto.

    Volevo cogliere l’occasione per ringraziarvi del vostro like al mio primo articolo.
    E’ anche per questo che ho scritto il secondo, dal tono meno colloquiale e (spero) più diretto.

    Vi seguo senz’altro. Un saluto

    Alessio

    Liked by 1 persona

  3. Sono molto belle queste tue parole e la foto mi piace tantissimo: quella tonalità calda che riempie sempre i tramonti delle mie giornate, l’ora che amo di più, perché mi porta sempre a riflettere della giornata che sta finendo.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...