Il viandante

148.jpg

La prima volta che mi sono persa è stato come un blackout che ha insidiato in me la paura di quelle cose che si trovano solo al buio. E’ successo altre volte dopo quella volta. Ma è stato già diverso. Puntualmente quello che paralizza è la consapevolezza di non avere una via d’uscita, come se il vagare senza una meta non avesse alcun senso. Eppure in quel momento ti senti veramente libero. Non avere una meta ti rende libero.

Annunci

2 pensieri su “Il viandante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...